You are here: Home

XIV Edizione Memorial Festival

"MARCO FIUME BLUES PASSION"

23/24 Luglio 2016 - Lungomare Centofontane, MIRTO (CS)

OPEN AIR... TOTALLY FREE !

 

locandina_dopo_festival-ridotta.02

The Bluesy side of Jazz...    The Jazzy side of Blues...


Mercoledì 13 luglio la conferenza stampa di presentazione.

A distanza di quattro anni dall’ultima piazza, i prossimi Sabato 23 e Domenica 24 Luglio 2016 il Memorial-Festival “Marco Fiume Blues Passion” tornerà ad essere un appuntamento on street. Con tantissime novità che caratterizzeranno la XIV edizione della manifestazione Blues, tra le più importanti del Meridione. Innanzitutto la location. Il MFBP diventa evento del territorio che travalica i confini della città di Rossano, portando i ritmi, i colori ed il sound del Chicago e Delta Blues, del Jazz, del Soul, del Rock and Roll, Etnica e Afro/Jazz nella ridente cittadina ionica di Mirto-Crosìa. Sarà il numero “zero” e sperimentale di una kermesse itinerante nei luoghi più belli della Sibaritide, della costa ionica e della Valle del Trionto, sulla quale l’Associazione Musicale Marco Fiume sta già lavorando da tempo. Tutte le sue novità e gli artisti, di fama mondiale, dell’edizione 2016 del MFBP, saranno presentati alla stampa e agli operatori dell’informazione nel corso del Festival Check Cocktail in programma il prossimo Mercoledì 13 Luglio 2016, a partire dalle ore 19, nella suggestiva cornice del Bagdad Cafè Lounge Bar del lungomare Centofontane a Mirto-Crosìa. Nel corso dell’evento sarà presentata anche la semifinale nazionale (Sud-B) dell’Italian Blues Challenge, la più importante competizione per artisti emergenti promossa dall’European Blues Union, in partnership con Italian Blues Union, Italian Blues Challenge ed European Blues Union. Sarà questa un’altra delle novità del 14esimo Marco Fiume Blues Passion, che ospiterà le esibizioni di tre band semifinaliste.

Anche quest’anno nomi prestigiosi saranno protagonisti del Memorial dedicato al grande chitarrista calabrese, per rendere omaggio al suo straordinario talento e continuare a dare lustro ad un appuntamento ormai consolidato, uno dei più attesi dell’estate ionica. 

Un rendez-vous imperdibile, dunque, con un nome, un’etichetta, un simbolo ed un obiettivo ormai consolidato, che riconferma, con chiarezza, la valenza di un progetto nato per ricordare un sogno e una passione, all'insegna della collaborazione e dell'amicizia dei più grandi artisti del genere. Una manifestazione cresciuta negli anni in esperienza e professionalità, che ha sempre ospitato personaggi mitici del panorama internazionale, i quali hanno contribuito, con la loro partecipazione, a rendere il Memorial una delle rassegne Blues più significative e qualificate in EuropaAnche così, attraverso questo appuntamento in suo nome, Marco continua ad essere tra noi per regalarci emozioni e trasmetterci il suo grande amore per il Blues...

 

- PROGRAMMA -

Sabato 23 luglio lo start ufficiale dell’evento alle ore 21:00

Nel corso della prima serata, quest’anno si terrà una delle sei semifinali nazionali dell’Italian Blues Challenge, la più rilevante vetrina musicale per band ed artisti emergenti del panorama nazionale. Il contest, organizzato dall’Italian Blues Union e promosso dall’European Blues Union, ogni anno vede la sfida musicale fra 22 Paesi europei. Il vincitore della finalissima italiana 2016 ci rappresenterà al 7° European Blues Challenge ad Horsens, in Danimarca, il 7 e 8 aprile 2017. La manifestazione è supportata dalla Blues Foundation (Memphis, TN. USA).

Tre, dunque, i gruppi in apertura di serata che si affronteranno per accedere alla finale nazionale di Potenza, in ottobre: 091BLUEs (Palermo), Blues For Food (Catania), The Great Corporation (Catania), che saranno valutati da una giuria di esperti e appassionati del genere.

  • Gli 091BLUEs (dove 091 sta per il prefisso della città di Palermo), gruppo palermitano nato nel 1991, propongono un repertorio che ripercorre le tappe più significative della musica rock/blues e rock'n'roll americana e britannica. Nel corso della loro lunga attività musicale, hanno scelto di alternare, al repertorio straniero, brani in lingua italiana, in modo tale da creare una forma di comunicazione completa, diretta e più accessibile al pubblico. Questo graduale passaggio li ha spinti a comporre brani inediti in lingua italiana e in siciliano, che la band ha inaugurato con la partecipazione al contest del Pistoia Blues Festival 2016, giungendo sino alla serata della finalissima. [Piero Vaccarello, guitar/vocals/harmonica; Roberto Clesceri, keyboard/vocals; Dario Capostagno, bass; Filippo Patti, drums/vocals].
  • I Blues For Food sono un duo catanese composto da Salvo Mercurio ed Alessandro Rossini. La loro storia è fatta di passione, sperimentata ed alimentata in prima persona, ma anche condivisa sul palco con Jerry Lee Lewis, Eric Burdon, Willy De Ville, Country Joe McDonald, Sugar Blue, Ella Woods, Chuck Berry, Delta Moon, James Cotton, Popa Chubby, Zydeco Travellers, B.B. King, Eric Sardinas, Carey e Lurrie Bell. Tutte occasioni originate dai numerosi festival che hanno costituito parte essenziale dello sviluppo artistico e di ricerca musicale che ancora continua. La loro musica è semplice, accessibile, divertente. Dalle sonorità lente e parafrasate del Mississipi tipiche del Sud, ai ritmi incalzanti e spudorati di Memphis, ripercorrono il viaggio di grandi uomini di Blues che hanno segnato la storia della musica afroamericana. [Salvo Mercurio, guitar; Alessandro Rossini, vocals/harmonica].
  • The Great Corporation, band catanese formatasi nel 2013 dall'incontro di due musicisti catanesi, Alessandra Urzì e Carmelo Spadaro, inizia ad esibirsi in vari pub e festival siciliani. Nel 2014 i due volano oltreoceano in cerca di "nuovi" stimoli e "vecchi" sound. Alloggiano per 3 mesi a Brooklyn esibendosi tra Williamsburg, Hell's Kitchen e Bleecker Street a Manhattan. Ispirati dal fermento musicale underground della "Big Apple", iniziano a scrivere nuovo materiale inedito che andrà a comporre il loro primo omonimo EP, il quale vedrà la luce nel 2015. Il Sound proposto è un meltin pot di sonorità blues, rock, grunge e psichedeliche. L'EP è supportato dal singolo e videoclip “Dream”, brano che rispecchia in pieno le influenze newyorchesi. [Alessandra Urzì, vocals; Carmelo Spadaro, guitar; Salvo Grasso, keyboard; Mauro Siracusa, bass; Vincenzo Zimbone, drums].
  • La serata proseguirà con i BLUE STUFF, un gruppo tra i più noti e longevi del panorama italiano, il miglior gruppo Blues/Rock dagli anni ’95 (per la rivista “CHITARRE”). Una sanguigna Blues Band fedelmente dedita al Chicago Style, ma con una peculiarità che negli anni l’ha resa unica nel suo genere: l'uso del dialetto napoletano. Nascono a Napoli nel 1982 da un'idea di Mario Insenga che ne è ancora oggi batterista, cantante e principale compositore; migliaia di concerti in Italia e all'estero, collaborazioni con artisti anche stranieri, partecipazioni a campagne di Greenpeace, Amnesty International, Emergency; seminari sul Blues e lezioni/concerto presso Istituti scolastici e Facoltà Universitarie. Dal ’91 al ’94 nasce le collaborazione con Joe Sarnataro, l’alter ego blues di Edoardo Bennato, che rimane colpito dalla viscerale energia compositiva ed esecutiva del gruppo. Dal sodalizio musicale, nel 1992 viene fuori il disco “È asciuto pazzo 'o padrone”, colonna sonora del film musical “Joe e suo nonno”, incentrato sui mali di Napoli, che ha visto la partecipazione di Renzo Arbore, Lino Banfi e Peppe Lanzetta. La collaborazione prosegue per i due anni successivi, con tournée che toccano Svizzera, Austria e Germania, fino a quando il “gioco di finzione” di Joe Sarnataro ha fine. Nel 1994 pubblicano “L’Acqua è poca” per la Sony Music (in cui nel brano omonimo canta anche Bennato), e nel 1999 “Roba blues” per l'etichetta napoletana Cheyenne Records. Dai primi anni 2000 Mario Insenga e i Blue Stuff portano avanti il progetto "Dr. Sunflower Jug Band", dedito al recupero di brani tradizionali pre-blues e country-blues della prima metà del secolo scorso. Nel 2007 esce un loro Cd registrato dal vivo al “Liri Blues Festival” insieme a una band di 12 organetti (Piccola orchestra la Viola), in occasione del decennale del gemellaggio tra Isola del Liri e New Orleans. Il progetto, “Omaggio a New Orleans”, è una originale rielaborazione del repertorio Blues classico della Louisiana. Per la Cheyenne Records pubblicano nel 2008 “...Altra gente...Altro blues...” e nel 2011 “Dr Sunflower's Krotal Oil Liniment”.[Mario Insenga, voce, batteria; Emilio Quaglieri, dobro, cori; Sandro Vernacchia, chitarra; Francesco Citera, fisarmonica; Francesco Miele, basso, cori].

--------------------------------------------------------------------------------

  Domenica 24 luglio secondo appuntamento di musica e spettacolo dalle ore 21.00

  • Si inizia già alla grande con la band di TITO ESPOSITO, compositore, cantante e chitarrista slide napoletano, cresciuto a Perugia. Andrea Esposito, in arte Tito, fin da giovanissimo si interessa di tradizione afro/americana blues e attualmente divide il suo tempo tra Italia e Sud degli Stati Uniti, collaborando con un ampio numero di musicisti. E’ stato il primo italiano a partecipare al “Chicken Raid”, storico festival di Atlanta, organizzato da uno dei più importanti esponenti del blues della Georgia: Danny Mudcat; fu proprio quest'ultimo a notare Esposito durante un concerto in Italia e ad invitarlo a prender parte alla manifestazione, accogliendolo fin da subito sotto le sue "ali". Tra il 2014 e il 2016 Tito si è esibito per più di 60 date nei più importanti blues club di Atlanta e della Georgia. Ha realizzato due album dai titoli “Atlanta Session” e “Georgia Line", dei veri "viaggi" nel Southern Blues. Ha collaborato con Beverly Guitar Watkins, Eddie Tigner, Lola Gulley e Lil’ Joe Burton, ex trombettista di BB King. Tornato in italia dopo un lungo tour nel sud degli States, dove da tre anni si sta affermando nel panorama blues della Georgia, Tito forma il suo nuovo gruppo musicale che in poco tempo riesce a consolidarsi come realtà emergente, fondendo il suo background italiano con un vecchio “southern blues”. Insieme la band dà vita a un bel mix che unisce il Blues ad altri sound, creando un ensemble di sfumature che spaziano dal Delta al Soul, con qualche sapore dal ritmo raggae e funky, senza mai tralasciare un forte utilizzo dello slide. [Tito Esposito, vocals/slide guitar; Martin Bellavia, electric guitar; Daniele Peoli, bass; Domenico Guaragna, drums].
  • A seguire l’atteso concerto di MATTHEW LEE. Chi è amante delle tastiere e del Rock and Roll non può perdersi l’unica tappa in Calabria di uno straordinario performer, pianista e cantante innamorato del rock'n'roll, che ha fatto propri gli insegnamenti dei grandi maestri del genere, un vero talento, un fenomeno degli 88 tasti, ospite fisso di trasmissioni televisive di punta della Rai come “Domenica In…” e “Ci vediamo in tv”. La stampa lo definisce “il genio sulle orme di Jerry Lee Lewis”. Nel 2005 si esibisce al Concerto di Capodanno davanti a 150.000 persone in Piazza Esedra a Roma e viene invitato da Maurizio Dinelli e Beppe Carletti ad aprire i concerti dei Nomadi, che in seguito produrranno il suo album di debutto Shake. Matthew Lee suona il piano in modo stravagante: con i piedi, con i gomiti, da sotto la tastiera o anche con le spalle voltate allo strumento. Oltre ai classici del Rock and Roll e a brani di sua composizione, rielabora alcuni brani storici della musica italiana come “Nel blu dipinto di blu”. Mentre il 31 luglio dello stesso anno vince la sezione giovani del Coca-Cola Summer Festival, andato in onda su canale 5. Nonostante la giovane età ha già sulle spalle circa 1000 concerti. Matthew Lee infatti ha suonato in tutta Europa: Italia, Belgio, Inghilterra, Francia, Svizzera, Slovenia, Olanda, Germania, e si è inoltre esibito negli Stati Uniti ed in Africa. Il Cincinnati Blues Festival in Ohio (Usa), il Summer Jamboree Festival (Senigallia; Italia), Musicultura (Recanati, Italia), Festival di Sao Vincente (Capoverde); Motor Show di Bologna; Musikmesse di Francoforte; Blues on the Farm (UK); Linton Festival (UK), Cornbury Festival (UK), Festival internazionale di Hammamet (Tunisia) sono solo alcune delle importanti manifestazioni a cui Matthew Lee ha partecipato. Oltre ad essere uno straordinario interprete, si sta facendo apprezzare anche come autore. E’ da poco uscito il suo nuovo disco “D'altri Tempi” per la storica etichetta milanese Carosello Records, nel quale ha collaborato per la scrittura di brani inediti con importanti produttori e autori del panorama internazionale. [Matthew Lee, vocals/piano; Frank Carrera, guitar; Alessandro Infusini, bass ; Matteo Pierpaoli, drums].
  • Chiuderà la serata il concerto del musicista maliano griot BABA SISSOKO, uno dei maggiori esponenti di musica Etnica, Blues e Afro/Jazz, da anni impegnato nella diffusione della tradizione musicale del Mali in ambito internazionale. Perfetto percussionista e polistrumentista, ha dedicato la sua vita artistica a creare connubi tra la musica afro-americana e quella Folk-popolare. Celebre la sua collaborazione con Enzo Avitabile con il quale ha partecipato alla tournée “Salvamm’o munno” nel 2004. Originario di una grande dinastia di griots del Mali, il cui ruolo nella tradizione è quello di riconciliare i cuori e gli animi, è stato il primo ad introdurre il suono del tamani nella musica moderna maliana. Nelle sue composizioni grande influenza ha l’Amadran, che è una ripetitiva ed ipnotica struttura musicale tipica del Mali dalla quale, secondo il parere di numerosi ricercatori, ebbe origine il Blues. Baba ama integrare alle melodie ed ai ritmi propri della tradizione musicale del Mali (Bambara, Peul, Mandinghi e Sonrai), le sonorità Jazz e Blues, creando un originale effetto musicale. Questo è possibile anche grazie alle sue esperienze con musicisti provenienti da contesti e culture musicali completamente diverse dalle sue. La sua capacità di suonare una vasta gamma di strumenti e la sua estrema sensibilità verso gli altri generi ed altre espressioni musicali, lo hanno portato a collaborare con musicisti di fama internazionale. Tra gli altri, ha lavorato e collaborato con Habib Koite, Rokia Traore, Ibrahim Ferrer, Buena Vista Social Club, Don Moye and Art Ensemble of Chicago, Dee Dee Bridgewater, Enzo Avitabile, Miguel Anga Diaz, Omar Sosa, Chris Joris, Bob Stuwart, Aka Moon, Roberto Fonseca, Oumou Sangare, Philippe Caterina, Toots Thielemans, Kasse Mady Diabate, Afel Bocoum, Cheick Tidjane Chek, Toumani Diabate. Ad oggi è il leader di diverse formazioni musicali quali: Baba Sissoko Afro/Blues; Baba Sissoko & Mali Tamani Revolution; Baba Sissoko & Taman Kan; Baba Sissoko Black Rock.

-------------------------------------------------

Tutto questo nella cornice emozionale e panoramica del Lungomare Centofontane di Mirto-Crosìa che, in una prima assoluta e inedita, quest’anno accoglierà il ritorno on street del Memorial-Festival "Marco Fiume Blues Passion". La manifestazione, promossa dal presidente dell'Associazione Musicale Marco Fiume, Maria Giulia Sorrentino, nonchè organizzatrice e direttore artistico, si avvale del patrocinio istituzionale concesso dal Consiglio regionale della Calabria, della partnership del Comune di Mirto-Crosìa e di Enel Italia Srl, main sponsor 2016; e inoltre del sostegno delle aziende: Amarelli Liquirizia, Agri Sorrenti De Luca, Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Esso Graziano Rossano, Tenuta Terra Rossa, Ottica Pugliese Rossano, Casa Solares B&B; e con il supporto dei Media Partners: Sevotec, CMP Agency, L'Eco dello Jonio, Il Giornale di Calabria, News&Com Agenzia di stampa, RTC Telecalabria, Corriere della Calabria, Radioesse, TeleA57; dei Partners tecnici: Eurografic, Abivision's Service. In partnerships con Italian Blues Union, Italian Blues Challenge, European Blues Union, European Blues Challenge.

Ricordiamo che, come sempre, l'ingresso è LIBERO!

Vi aspettiamo numerosi!

Pagina dell'evento su Facebook:

 -------------------------------------------------------------------------------------------------

Visita la pagina  del Memorial su Facebook e aggiungila alle tue preferite!
--------------------------------------------------------------------------------------------------